LEGNASTORE

Pietro Pisani

Login






Pietro Pisani a Rende, CS, IT su Houzz

BRICCHETTI DI LEGNO BRICCHETTI DI LEGNO
€ 4,00



Bancale Quercia da 120x80x100 - Taglio 38cm Bancale Quercia da 120x80x100 - Taglio 38cm
€ 90,00



pellet spazzacamino pellet spazzacamino
€ 6,60



Bancale Quercia da 120x80x100 - Taglio 38cm Bancale Quercia da 120x80x100 - Taglio 38cm
€ 88,00



ARDIT PELLET ARDIT PELLET
€ 4,88



CANADIAN WOOD PELLET CANADIAN WOOD PELLET
€ 4,30



Scatola Quercia Scatola Quercia
€ 11,00



BANCALE DI QUERCIA 100X100X180 BANCALE DI QUERCIA 100X100X180
€ 165,00



Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Tipi di legna

Noce
Noce:

appartiene alla famiglia delle Juglandacee, molto longevo, il tronco e la chioma possono raggiungere i 30 metri in altezza. La corteccia è di colore grigio
e liscia e cresce dappertutto. Il suo legno, molto pregiato, è un ottimo combustibile e quando brucia emana un aroma forte e intenso, si può usare per cuocere il pane e i dolci. E' difficile da trovare, se non come ramaglia di sottobosco o scarto di falegnameria, perchè il suo legno viene usato per la costruzione di mobili e suppellettili.
Quercia
Quercia:

appartiene alla famiglia delle Fagacee (angiosperme), ne esistono di vari tipi, le più comuni sono il rovere, il cerro, il leccio, la farnia. Il suo legno è molto pregiato e viene usato nelle costruzioni in edilizia e nell'industria conciaria, è un ottimo combustibile apprezzato perchè essendo compatto brucia molto
lentamete, mantenendo la fiamma nel focolare.
Castagno
Castagno:

si tratta di una pianta molto diffusa, appartenente alla
famiglia delle Fagacee, ha un legno compatto ed elastico non molto pesante, viene usato per costruire pali e sostegni di vario tipo. Non molto adatto per il riscaldamento, ha un basso potere calorico con l'inconveniente di fare abbondante fumo.
Faggio
Faggio:

appartiene alla famiglia delle Fagacee, è abbastanza diffuso
in Europa, ha chioma ampia, ovale e folta. Il suo legno è compatto e pesante, per questo è adatto come combustibile con un buon potere calorico a bruciatura lenta e va bene per ogni tipo di cottura.
Betulla
Betulla:

della famiglia delle Betullacee, ha corteccia biancastra o
rossastra, cresce facilmente in tutti i terreni. Il suo legno è morbido, non molto adatto a mantenere la fiamma nel focolare, ma più adatto durante la fase di accensione del caminetto perchè brucia molto in fretta. La sua corteccia contenendo tanniti viene usata per la concia delle pelli.
Larice
Larice:

della famiglia delle Pinacee (specie: gimnosperma, classe:
conifere), è un albero di alto fusto presente sulla fascia alpina, ha corteccia grigiastra, spessa e profondamente solcata. Le sue foglie sono di tipo aghiformi, di colore verde chiaro, riunite in fascetti.
Il suo legno è duro ed è un discreto combustibile, essendo un legno resinoso tende a fare fumo e a sporcare la canna fumaria. Va bene per la cottura delle carni essendo anche un legno aromatico.
Pioppo
Pioppo:

appartiene alla famiglia delle Salicacee. Ne esistono di due
tipi, il pioppo bianco ed il pioppo nero per la caratteristica della loro corteccia. Non è molto adatto come combustibile per il caminetto, essendo un legno particolarmente elastico e leggero e lo si usa prevalentemente durante la fase di accensione per la sua caratteristica di bruciare in fretta quando è bello secco.
Olmo
Olmo:

famiglia delle Olmacee. E' un albero di prima grandezza che
raggiunge i 35 metri di altezza, la corteccia è di colore bruno con fenditure verticali, le foglie hanno margine dentato, lunghe circa 15 cm. con il picciolo e apice acuto. Il suo legno essendo duro brucia molto lentamente con un ottimo potere calorico e per questo e' un ottimo combustibile per il caminetto.
Ciliegio
Ciliegio:

è un albero di terza grandezza che può raggiungere i 20 m.
di altezza appartenente alla famiglia delle Rosacee. Le foglie hanno margine dentato con evidenti nervature, apice e piciolo lungo con delle ghiandole alla base. La corteccia è di colore bruno lucente. Il suo legno è un ottimo combustibile che va molto bene per cuocere i cibi al forno, meno come riscaldamento.
Pino
Pino:

(abete rosso) con questo termine si usa rappresentare una classe
di piante della famiglia delle Pinacee, classe Conifere (gimnosperme) a cui fanno capo circa 90 specie diverse. Le foglie sono di tipo aghiforme e in Italia sono diffusi il pino domestico o da pinoli, il pino marittimo, il pino silvestre, il pino nero, ecc.
Il legno dei pini è un discreto combustibile, non dei migliori, ma accettabile, sviluppa una fiamma scintillante che riscalda rapidamente. Essendo piante resinose hanno il difetto di fare molto fumo durante le prime fasi dell'accensione. Da apprezzare invece le pigne che sono un ottimo combustibile.
Dal punto di vista della cottura dei cibi si presta molto bene essendo un legno aromatico.
Ulivo
Olivo:

famiglia delle Olacee, è un albero di terza grandezza che
arriva a 15 m. di altezza. Originario della Palestina, si diffuse in Egitto intorno al 2000 a.c. e di qui passò in Grecia e nelle restanti regioni del bacino Mediterraneo. Ha corteccia di colore chiara che si scurisce con l'età. Le foglie sono persistenti e lisce. Il tronco è sinuoso e nodoso, crescendo si divide fino a diventare cavo. E' un
ottimo legno da combustibile che brucia anche quando è verde per la presenza di olio al suo interno e che lo porta a fare un fumo fragrante e aromatico all'inizio della combustione. Per questa caratteistica va molto bene per cuocere pizze e focacce.
Frutta
Alberi da frutto:

sono legni duri che si prestano bene per il
riscaldamento nel caminetto o nel forno. Hanno la caratteristica di bruciare lentamente, di fare poco fumo e di rilasciare sostanze aromatiche che conferiscono sapori unici ai cibi cotti con questo sistema.

ONTANO

imgres-1


La rapidità di crescita degli ontani e la loro resistenza a condizioni sfavorevoli ne hanno fatto apprezzare l'uso come essenze nella biorimediazione (es. recuperi di cave, siti minerari, aree incendiate).In arboricoltura da legno, grazie alla già citata azotofissazione, è utilizzato come specie accessoria per facilitare l'accrescimento delle altre specie "nobili" (principali) presenti nell'impianto.Possono avere una valenza ornamentale come piante da giardino o bonsai.

Il legno di ontano è una delle essenze più utilizzate nella liuteria elettrica per la produzione di corpi per chitarre. Tradizionalmente impiegato dalla Fender, è oggi utilizzato anche in lavorazioni sofisticate per corpi parzialmente cavi (ad esempio Manne in Italia). Veniva anche impiegato per fare secchi e tinozze .

La legna da ardere di ONTANO è speciale per le PIZZERIE, sia per il lato economico, il profumo che per il potere calorifero utilizzabile nell'immediatezza, il forno raggiunge prima la massima temperatura rispetto a le altre essenze più dure.